#èTempo di novità | 13

comunicato stampa

Lo scorso consiglio comunale di venerdì 27 settembre ha visto toccati diversi punti importanti per la vita della città.

In primis, è passata all’unanimità la mozione, presentata da Giovanni Litt, per aderire alla proposta del presidente del Parlamento EuropeoDavid Sassoli “you are my breath”, che impegna l’amministrazione a piantare 9 alberi in un 9 scuole di Spinea dopo gli sconvolgenti incendi in Amazzonia e Siberia (maggiori informazioni: http://www.etempospinea.it/comunicato28-9-2019.html ). Inoltre, altrettanto importante, è stata l’approvazione della mozione per dichiarare Emergenza Ambientale e Emergenza Climatica (http://www.etempospinea.it/comunicato30-9-2019.html ), affinché la giunta prosegui l’impegno sui temi della sostenibilità e adattamento e mitigazione ai cambiamenti climatici. Purtroppo le sorprese non sono tutte positive: l’amministrazione dimostra la volontà di stravolgere il Piano degli Interventi precedentemente approvato e impostato su una riduzione del consumo del suolo e su un ridimensionamento del carico urbanistico. Pessime notizie anche per quanto riguarda la definizione dell’indirizzo urbanistico della città, che non sarà sicuramente in linea con quello della precedente amministrazione. Con il provvedimento approvato (http://www.etempospinea.it/comunicato-OPPOSIZIONE30-9-2019.html ), a cui noi dell'opposizione ci siamo fermamente opposti, si vuole rivedere le attuali regole urbanistiche eliminando la completa integrità delle zone agricole. Il consigliere di maggioranza Da Lio Giovanni ha più volte ribadito la necessita di “mettere una corsia preferenziale agli imprenditori”: la corsa alla cementificazione è alle porte? Guarda il video: https://www.facebook.com/watch/?v=800779477036883
La mozione vuole sia unire la voce del Comune di Spinea alle tante altre che si alzano in tutto il mondo, sia rafforzare e sostenere l’impegno necessario anche nella nostra Città per far sì che quello che è possibile portare avanti dalla nostra comunità con provvedimenti concreti e non solo parole per la mitigazione e l’adattamento sia implementato secondo il principio di Giustizia Climatica, lasciando ai nostri posteri un Mondo con le stesse opportunità.
Si allega il testo definitivo della mozione.
Emanuele Ditadi, Giovanni Litt, Paolo Barbiero, Davide Rossato, Massimo De Pieri, Gianpier Chinellato