IL DECRETO SALVINI?!!!

Art. 1 Dichiarazione Universale dei Diritti Umani “Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza”

IL DECRETO SALVINI CREERÀ PIÙ INSICUREZZA NELLE NOSTRE CITTÀ! È ORA DI ALZARE LA VOCE!

Noi non accettiamo la negazione dei diritti della persona, l’offesa alla nostra costituzione, alle persone più fragili. ll Decreto n. 113 Salvini apre una profonda ferita nella nostra civiltà. Questa legge non rispetta i diritti sanciti dalla nostra Costituzione e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo perché colpisce in modo pesante il diritto di asilo, nega l’accoglienza ed impedisce l’integrazione a cui tutti gli esseri umani aspirano. La riduzione drastica dei permessi di protezione umanitaria, la chiusura dell’unico sistema di accoglienza finora efficace come gli SPRAR produrrà: -meno sicurezza nelle nostre città, perché ci saranno più persone in condizioni di estremo disagio, costrette a vivere per strada, di espedienti e facile preda della criminalità organizzata, e conseguente aumento del senso di insicurezza dei cittadini;
-un più difficile percorso di integrazione e convivenza tra cittadini e i migranti stranieri -più difficile assistenza sanitaria per gli stranieri (i nuovi permessi di soggiorno previsti dalla legge non garantiranno l’iscrizione automatica al Servizio Sanitario Nazionale). -l’aumento della spesa a carico degli Enti locali senza corrispondenti trasferimenti di fondi dallo Stato perché l’onere e i costi dell’assistenza straordinaria materiale e sanitaria ricadranno interamente su di loro (costi stimati dall’ANCI per interventi sociali e sanitari territoriali e dei Comuni di ca 280 milioni €)
-saranno favorite le grandi e problematiche strutture di accoglienza straordinaria che sono di difficilissima gestione, spesso fonte e causa di sofferenza, soprusi, illegalità