Ieri, Domani

spinea elezioni amministrative 2019

Ieri, domani

Domani, dunque, voteremo per rinnovare il Parlamento Europeo, ma voteremo anche in tante città e paesi – alcune anche importanti – della nostra Italia per eleggerne i Sindaci ed i relativi Consigli Comunali.
Andrà al voto anche la “mia” Spinea, e ne approfitto per inviare il più grosso e caldo “in bocca al lupo” a tutti i candidati della Lista “È TEMPO” Giovanni Litt, Loredana Mainardi, Andrea Corsi, Giuliano Silvestri, Jerry Alletto, Ammar Al Masri, Stefania Bortolozzo, Lisa Carraro, Beppa Casarin, Marco Cattarin, Federica Cerchiaro, Monica Favaretto, Alberto Furlanetto, Salvatore Raniolo, Stefania Stevanato e Francesca Zandonella.
L’idea di questa lista – che, lo chiarisco subito, si presenta, coalizzata con altre liste, partiti e movimenti dell'area di centrosinistra, a sostegno del candidato Sindaco Emanuele Ditadi – è sorta ancora nell’estate del 2018 per la volontà di un gruppo di persone di costituire, nella realtà di Spinea, un nuovo, vero e proprio soggetto politico, ispirato, da un lato, a valori antichi e forti (quelli della nostra Costituzione, niente di più e niente di meno: la libertà, la democrazia, il lavoro, l'eguaglianza sociale, la pace, l'antifascismo, il rispetto dell'ambiente), ma capace, al tempo stesso, di offrire ai cittadini di Spinea risposte chiare concrete e puntuali alle esigenze ed ai desideri della gente che vi abita (la viabilità, i servizi sociali, la cura del verde, il trasporto pubblico, l'inclusione della popolazione immigrata, la difesa e lo sviluppo del commercio e delle attività produttive).
Dai primi incontri, sotto la frescura degli alberi del Parco Comunale, dalle prime riunioni, dall’Assemblea alla “Casa delle Associazioni" dello scorso settembre, dagli esordi del nostro simbolo, in autunno, nei banchetti e nei gazebi, per le strade e le vie di Spinea, in mezzo alla gente e nei mercatini rionali, molta acqua è passata ed il percorso, da allora ad oggi, è stato lungo, complesso e faticoso, ma – posso dirlo ? – bellissimo: sono felice ed orgoglioso di essere stato con tutte e tutti voi, ed anche, lasciatemelo dire, con le amiche e gli amici Ilva, Luciano, Luana, Raffaele, Francesca, Mauro, Marino, ed i tanti altri che mi perdoneranno se non riesco a nominarli tutti; ho conosciuto – e non è retorica, credetemi – un gruppo di persone vere e straordinarie per passione, energia, entusiasmo e spirito di corpo.
Ora, siamo al “dunque”: come andrà ? Un fatto è certo, amiche ed amici (e, perché no ?, compagne e compagni): ce l’abbiamo messa tutta, ce l’avete messa tutta.
Domani, e come democrazia vuole, la parola andrà agli elettori: ma noi già sappiamo che chi avrà avuto fiducia in voi non se ne pentirà e che voi non li deluderete.
Roberto Caligaris